Cosa è il cuckold dal punto di vista dell’uomo?

C’è un tessuto sociale, legato in particolare ad un determinato tipo di persone, che adorano avere a che fare con un status particolare: essi si definiscono cuckold.

Oggi, anno 2014, siamo entrati senza nemmeno accorgercene ancora di più nell’era dei cuckold, e forse questo non dovrebbe neanche più di tanto meravigliarci, viste anche i grossi mutamenti nei vari settori dello status sociale. Però per questo tipo di persone va detto che esse si eccitano e provano gran piacere nel vedere la propria compagna o il proprio compagno che compie rapporti sessuali con altri partner.
La caratteristica peculiare è data dal fatto che l’uomo vede la propria donna a letto con un altro o immagina in rapporto con altri uomini contemporaneamente e questo fa sì che il proprio piacere accresca sempre di più portando l’uomo non solo a godere visivamente della cosa ma anche spingendolo a volte a partecipar verbalmente chiedendo a questi uomini di fare determinate cose. In particolare spingendoli a determinate pratiche sessuali.

La nascita di un Cuckold

uomo con corna di alceIl cuckold nasce come situazione tipicamente maschile e non femminile: nessuna donna in genere chiederebbe al proprio compagno di avere rapporto con altre donne; nessuna donna inoltre accetterebbe questo tradimento. Se, inoltre, in una prima fase si partiva dal fatto che l’uomo inconsapevolmente accettava le corna, con il fenomeno del cuckold è proprio l’uomo in prima persona il deus ex machina del fatto. Egli in partica nel continuo alternarsi di vicende personali, nel separare le cose importanti d quelle secondarie, finisce con il non saper fare più queste distinzioni, anche disorientato dalla velocità dei cambiamenti della vita ed in particolare del propri stati emozionali.
 Egli ha finito con il dare spazio in certi casi solo alla ricerca di piacere dato da situazioni che potrebbero sembrare paradossali ma che invece egli vede come normali o comunque normali dal suo punto di vista. Per capire meglio ancora certe situazioni sono nati portali come Cuckold.it oppure, va detto che l’uomo non è più in attesa di diventare famoso e poi in seguito praticare questa sorta di pratica sessuale con predilezione per certi tipi di preferenze (magari solo ad appannaggio di alcuni personaggi famosi distintisi per desiderio di fama e notorietà) e quindi far passare alla folla che questa pratica è di tutti e non solo di pochi.

Ormai possiamo affermarlo con molta tranquillità e certezza, una fetta di uomini è cuckold. Da una parte c’è nell’aria una sorta di impostazione che tende a magnificare questo tipo di situazioni, dall’altra c’è chi invece crede nell’autonomia come libera scelta dell’individuo che resta umile e che non ha bisogno di accodarsi a questa nuova tendenza. Volendo precisare meglio il concetto, una parte di cuckold lo sono a prescindere dalla moda o da quanto apprendono anche dai social network.
A ben guardare però entrambe le posizioni hanno ragione di essere se non altro per il fatto che potrebbero ben rappresentare il confronto sempre in atto tra generazioni. Diciamo infatti che difficilmente un uomo troppo giovane o troppo anziano tenda ad essere cuckold, mentre questa pratica riguarda soprattutto la fascia intermedia di età.
Ecco ora vi lasciamo ad una auto-intervista di un cuckold. Chi meglio di lui ci spiega cosa è un cuckold? Nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *